ALLARME ZANZARE E ZECCHE - Eventi a Roma - Tutto su Roma

Vai ai contenuti

Menu principale:

ALLARME ZANZARE E ZECCHE

Tutto su Roma
Pubblicato da in Notizie ·
Tags: zanzarezeccheroma

Allarme zanzare e zecche, prevista un'invasione


Le città italiane sono invase dalle zanzare. Complice il clima tropicale i fastidiosi
insetti si sono riprodotti in ritardo e in molte zone non è stata fatta
la disinfestazione. In ritardo, ma sono arrivate. Le zanzare hanno cominciato a
comparire qualche settimana più tardi rispetto agli anni precedenti ed hanno
invaso molte zone d'Italia.
Complice anche il clima incerto di questi ultimi giorni che ha favorito la
riproduzione di massa di un genere particolarmente fastidioso, le "Aedes",
lo stesso delle zanzare tigre.
E con l'arrivo di questo particolare genere di zanzare cresce il rischio che
possano tornare a svilupparsi focolai di malattie tropicali come quella di virus
di chikungunya che ha colpito l'Emilia Romagna nel 2007 con oltre 200 casi di
infezione. A tutto ciò va aggiunta la latitanza di molti comuni che,
causa crisi economica, non hanno proceduto alle necessarie disinfestazioni.
Ma non solo, gli esperti lanciano anche l'allarme zecche, soprattutto nelle zone
di campagna e nelle periferie cittadine.
Ma ci sono anche molti rimedi, dai classici prodotti chimici a quelli naturali, dal basilico
al cerotto che ci rende invisibili.
Caldo e zanzare sapore d'estate.
Allarme insetti a livello 4, il massimo secondo i dati elaborati dal
'Bollettino Zanzare' sponsorizzato dalla Vape Foundation e realizzato dai
ricercatori dell'Istituto di Biometereologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche
di Firenze nelle prossime due settimane il livello di 'allerta zanzare' salirà
fino al livello 4, il massimo previsto nella scala elaborata dai ricercatori fiorentini.
Il passaggio sarà graduale.
In una scala che va da 0 a 4, solo una provincia, quella di Andria-Barletta
infatti è già arrivata a livello 4, mentre molte altre sono ancora ad un livello
intermedio della scala di allerta, il 3 (medio-alto).
Ma tutte con tendenza in aumento.
Le zone più colpite saranno al Nord le provincie di Mantova, Como, Cremona,
Parma, Ferrara.

Al Centro la più colpita sarà la provincia di Roma, mentre al Sud le zanzare
cominceranno a proliferare soprattutto a Napoli e Caserta, Bari, Brindisi,
Crotone, e Taranto.
In Sicilia invece le più colpite saranno Palermo, Agrigento, Catania, Ragusa.
In Sardegna invece le più colpite saranno Olbia, Tempio Pausania e Cagliari.
Cosa fare per i cittadini, una salvezza può venire dal fai-da-te.
"Ciascun condominio può fare disinfestare da specialisti le aree
dell'edificio a rischio". Meno utili le procedure 'casalinghe' come l'uso
della candeggina che rischia solo di inquinare le acque e mettere il sottovaso
di rame è solo un palliativo. Ottimi larvicidi naturali i pesci rossi da usare
nella fontane e parchi ma per gli esperti il vero problema sono i tombini, che rappresentano una “casa” ideale per le zanzare.

Poi ovviamente ci sono i classici spray che si trovano in farmacia e al supermercato e i nuovi cerotti che rendono "invisibili" alle zanzare chi li indossa. Le zanzare sono particolarmente fastidiose per chiunque, ma possono diventare una vera e propria persecuzione per neonati e bambini che, avendo un metabolismo più rapido,
le attraggono più che gli adulti. Come evitare che si riempiano di punture, o peggio, sviluppino reazioni allergiche senza ricoprire quotidianamente la loro pelle delicata di prodotti repellenti? Un aiuto efficace arriva dai cerotti anti zanzara adatti anche ai più piccoli perché non si applicano direttamente sul corpo, ma sulla carrozzina,
i vestitini o lo zainetto.




Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti | Torna al menu